Ciambelline Morbide allo Yogurt senza uova (fritte o cotte in forno)

Le Ciambelline allo yogurt sono morbide, leggere e golose ciambelle, realizzate con un impasto lievitato a base di acqua, latte, yogurt, lievito e farina, senza uova, dal delicato profumo d’arancia e vaniglia. Queste ciambelle sono facili da preparare ed ideali per la colazione e la merenda di tutta la famiglia. Ve le propongo in due versioni: le classiche ciambelle fritte ricoperte con lo zucchero semolato e le ciambelle al forno, spolverate con cacao o cannella. Provatele nelle due varianti…quale preferite?

Dosi per 24 ciambelline:

  • 300 gr di farina 00
  • 300 gr di manitoba
  • 10 gr di lievito di birra fresco o un cucchiaino di quello secco
  • 120 gr di zucchero semolato
  • 1 vasetto di yogurt bianco da 125 gr (a temperatura ambiente)
  • 100 ml di latte tiepido
  • 100 ml di acqua tiepida
  • 70 gr di burro a temperatura ambiente
  • 10 gr di sale
  • la buccia grattugiata di un’ arancia
  • 1 bustina di Vanillina
  • olio di semi per friggere
  • zucchero semolato per ricoprire le ciambelle fritte
  • cacao o cannella in polvere per le ciambelle al forno

Iniziate la preparazione sciogliendo il lievito di birra in una scodellina con l’ acqua tiepida e un cucchiaino di zucchero.

Riunite nella ciotola di una impastatrice (o nel Bimby, o in una ciotola capiente per impastare a mano) le farine, lo zucchero e il latte, azionate l’impastatrice (per il Bimby modalità “Spiga”) e iniziate a lavorare l’impasto alla minima velocità. Aggiungete l’acqua e il lievito, la vanillina, lo yogurt e la scorza di arancia grattugiata, continuando ad impastare per 5/6 minuti abbondanti, in modo tale da fare incordare bene l’impasto. Aggiungete quindi un pezzetto di burro alla volta in modo da farlo incorporare bene, e in ultimo aggiungete il sale.

Mettete l’impasto in una ciotola capiente, coprite con della pellicola e mettete a lievitare l’impasto per 3/4 ore, in modo tale da farlo raddoppiare di volume, in un luogo asciutto e buio, ideale all’interno del forno spento.

Trascorso il tempo della lievitazione, capovolgete l’impasto su un piano di lavoro infarinato e stendetelo con un matterello infarinato ad uno spessore di 1 cm

L’impasto deve sollevarsi dal piano di lavoro in modo che le ciambelline non si attacchino, potete spolverare di farina.

Intagliate con un coppa pasta o taglia biscotti grande del diametro di 8 cm e fate un buco al centro con uno stampino più piccolo (oppure con un tappo di una bottiglia o con il retro di un beccuccio di sac a poche).

Se volete fare le ciambelle fritte disponetele su dei singoli quadrati di carta forno. Se invece volete cuocerle in forno adagiatele in una teglia rivestita di carta da forno ad una distanza di 5 – 6 cm.

Lasciate lievitare le ciambelle ancora per 30 minuti, in forno spento.

Le ciambelle sono pronte per essere cotte!

  • Potete quindi infornarle in forno statico preriscaldato a 180° per circa 15 minuti fino a doratura, poi sfornate, lasciate intiepidire e cospargete di cacao e cannella.
  • Potete friggere le vostre ciambelle in olio di semi caldo (temperatura ideale tra 150 e 170°): tuffate le ciambelle aiutandovi con il quadratino di carta forno cercando di non toccarle per non sgonfiarle, due alla volta, e cuocetele per 20 secondi fino a farle ben dorare, poi giratele e friggete altri 20 secondi. Scolatele con una schiumarola e, senza schiacciarle, mettetele su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. Quando sono ancora calde passatele in una ciotola con 3/4 cucchiai di zucchero semolato fino a ricoprirle interamente.

Potete conservare le vostre ciambelle cotte al forno anche per 4/5 giorni se le chiudete in un sacchetto di plastica per alimenti o nella pellicola, non appena si sono raffreddate. Le ciambelline fritte invece sono buonissime appena fatte, ma si mantengono morbide fino al giorno dopo; riscaldatele entrambe qualche secondo al microonde, saranno come appena fatte!

Per rendere più particolari le vostre ciambelle fritte, dopo la cottura potete passarle in un mix di zucchero e cannella!

Per realizzare una frittura ottimale, l’olio non dovrà avere una temperatura compresa tra 150 e 170°; monitoratelo con un termometro da cucina. Se non avete il termometro, per vedere se l’olio è pronto immergeteci un pezzetto di impasto: dovrà venire subito a galla, gonfiarsi e dorarsi senza diventare scuro. Tra una frittura e l’altra, per non far alzare troppo la temperatura dell’olio, abbassate la fiamma.

Volete delle ciambelle ancora più golose? Dividetele a metà e farcitele con un cucchiaio abbondante di Nutella o Crema! Che libidine!

0 Condivisioni
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Cristina Righetti
Cristina Righetti
7 mesi fa

Ciao Tina, ho provato le tue ciambelle allo yogurt senza uova al forno
e sono piaciute un sacco.
Consiglio per chi come me ha ancora un vecchio forno a gas di girare le ciambelle a metà cottura altrimenti rischiano di bruciarsi sotto e non dorarsi sopra.